RIEQUILIBRIO EMOZIONALE
Metodo OMEGA HEALING
Il corpo è un messaggero

Il corpo è l’interfaccia dei diversi livelli di consapevolezza. In un computer lo schermo è l’interfaccia, ma lo schermo non è il computer. Il corpo è l’interfaccia di Mente, Anima e Spirito.
Sintomi come febbre o dolore, ci costringono a rallentare i ritmi, così da permettere al corpo il tempo per guarire. Si tratta di reazioni di guarigione del nostro complesso sistema fisico ed è importante considerarle e non sopprimerle. La febbre, per esempio, indica una risposta immunitaria, come se vi fossero delle “forze di polizia” che intervengono per liberarci da soggetti sgraditi (virus e batteri). La febbre quindi non è un problema, ma la soluzione del sistema; abbassarla con sostanze chimiche è come allontanare i vigili del fuoco da un edificio in fiamme.
Omega Healing dispone di potenti strumenti ed ha lo scopo di trasformare la persona da “ paziente passivo” a “partecipante attivo nella guarigione”. Il termine paziente indica che la persona malata delega la responsabilità della guarigione a terzi ( medici, farmaci o terapie).
Omega Healing ha l’obiettivo di connettere la persona con la costruzione di meccanismi di autoguarigione, trasformandola in parte attiva nel miglioramento della propria salute. La persona diventa proattivo e responsabile nel processo di guarigione. Se sei in salute, Omega è uno strumento straordinario per mantenere corpo sano, mente in pace e per contrastare violenti attacchi da agenti chimici.
È comunque sempre importante non aspettare di ammalarsi ed agire in prevenzione. Ricordiamo che corpo e mente sono in costante comunicazione con noi stessi.

THERALOGY
Training cellulare reattivo

Noi esseri umani siamo composti da ca. 100.000.000.000.000 di cellule suddivise in 200 tipologie cellulari.
Tutte le funzioni del nostro fisico, che sia il movimento, il pensiero o il sentimento così come ogni funzione dei nostri organi, dipendono dalla collaborazione attiva e fisiologica delle cellule tra loro. Migliore è questa collaborazione intracellulare, migliore sono la nostra salute e le nostre prestazioni.
Una cellula necessita di tre fattori per lavorare in modo attivo e fisiologico:

  • Tutti i processi della cellula devono essere guidati per svolgersi in modo fisiologico. Questa funzione di guida viene svolta dal DNA all’interno del nucleo cellulare. Il DNA gestisce tutto come un computer, simile al sistema elettronico che gestisce i processi del motore in un’automobile.
  • Per poter lavorare, una cellula necessita di -60mV di energia elettrica. Quest’ultima è responsabile del metabolismo cellulare e della stabilità cellulare. Se la cellula riceve troppo poca energia, i processi rallentano.
  • Attraverso il sangue si avvicinano le sostanze nutritive a un’area cellulare. Con il processo della diffusione vengono trasportate nel liquido interstiziale e si avvicinano alla cellula grazie al “moto browniano”. Le cellule devono essere alimentate con sostanze nutritive e deve avvenire anche l’eliminazione delle scorie. Le cellule non sono in grado di lavorare correttamente senza tutti questi processi. Il compito principale delle cellule è liberare energia. Le sostanze nutritive vengono bruciate all’interno dei mitocondri. Durante questo processo vengono rilasciate elettricità (accumulata nelle sostanze stesse) e luce (biofotoni). La quantità di ATP rilasciato durante questo processo indica quanta energia è stata liberata complessivamente.

Il Training cellulare reattivo ha un effetto simile alla riprogrammazione e riparazione dei dati. I dati della cellula vengono riflessi in modo neutro e coerente attraverso i Redater (come fossero allo specchio). Di conseguenza la cellula riconosce il proprio errore e può far partire il programma di riattivazione.

Nel mese di maggio 2019 ho conseguito la certificazione come trainer. Attualmente in Italia siamo dieci operatori.

TECNICHE DI RILASSAMENTO

Le tecniche di rilassamento sono utili per regolare e gestire gli stati di ansia e di stress.
Sono tecniche che hanno come obiettivo quello di alleviare dalla tensione e ristabilire l’equilibrio psicofisiologico della persona. In occidente è solo negli ultimi decenni che hanno riconosciuto alle tecniche di rilassamento l’efficacia, poiché è stata accettata l’idea che l’organismo sia un sistema complesso costituito dall’interazione di mente e corpo.
Schultz fu uno dei primi che si interessò di queste tecniche e ne approfondì il loro funzionamento sviluppando il Training Autogeno, ovvero uno stato psicofisico che induce rilassamento fisico e mentale. Successivamente, sono stati diversi gli psicologi e i medici che hanno approfondito le tecniche di rilassamento in aggiunta alle tecniche tradizionali.
Questa tecnica può essere utile per alleviare diverse problematiche, come:

  • Tensione generale molto elevata.
  • Nella cura di ansia, fobie e disturbi dell’umore.
  • Gestione dello stress: Momenti di stress elevato (es. problemi al lavoro, difficoltà economiche, lavorative, familiari, affettive).
  • Trattamento dell’insonnia.
  • Supporto per affrontare situazioni importanti (prima di una riunione, un intervento in pubblico, una gara sportiva, ecc).

Il maggior utilizzo lo trova nell’affrontare i disturbi psicosomatici, migliorando in maniera significativa la qualità della vita di chi lo utilizza regolarmente. La tensione generale molto elevata spesso è la causa di stati somatici spiacevoli (es. emicrania, somatizzazioni, attacchi di vomito e dolore cronico).

CAMPANE TIBETANE

Il suono è stato utilizzato con successo quale forza guaritrice per molte migliaia di anni. Tutte le civiltà antiche ne hanno tratto importanti benefici per la guarigione. Nella Bibbia si racconta che Davide con la sua arpa guarì Re Saul dalla depressione, e i narratori greci hanno descritto come attraverso il suono della lira Alessandro il Grande abbia recuperato la sua salute mentale. Pitagora stesso sviluppò specifiche frequenze ed armonie per guarire il corpo e la mente.
Le campane tibetane vengono formate da una lega derivante dalla fusione di sette metalli (a volte 5) che corrispondono ciascuno ai sette pianeti del sistema solare. Interessante è il lavoro di collegamento tra i sette centri energetici – chakra – con i sette Pianeti del sistema solare che viene creato dalla vibrazione dei sette metalli con cui sono fatte le campane tibetane. Questa “simbologia del cosmo” porta la vibrazione dei 7 pianeti che regolano la vita manifesta, nel corpo umano. Esistono diversi tipi di Campane Tibetane e il loro suono varia in base alla proporzione dei componenti della lega, dalla forma e dallo spessore.
Vi è una corrispondenza tra i metalli di cui sono formate e i pianeti:

Oro – Sole
Argento – Luna
Mercurio – Mercurio
Rame – Venere
Ferro – Marte
Stagno – Giove
Piombo – Saturno

Le Campane Tibetane producono quindi suoni in armonia con le vibrazioni delle sfere celesti, e trasmettono queste vibrazioni a chi le suona o anche semplicemente le ascolta. Questo fenomeno si chiama, in termini tecnici, “concordanza di fase” quando due onde tendono ad unirsi e a vibrare all’unisono. Grazie a questo fenomeno, quando si percuote una campana tibetana si creano delle forti vibrazioni che si propagano lungo il punto cui cui è appoggiata la campana stessa (nel caso ad esempio in cui venga appoggiata sui chakra), massaggiandolo in profondità. Si viene così a creare una concordanza di fase fra la campana e la persona che vi è a contatto producendo di solito uno stato di profonda quiete interiore ed esteriore che può andare ben al di là del semplice rilassamento, fino a raggiungere le onde teta e delta degli stati meditativi più profondi.

RIFLESSOLOGIA PLANTARE

La riflessologia plantare è una tecnica che sfrutta il massaggio su punti specifici del piede per ristabilire lequilibrio del corpo. Utile in caso di congestione e tensione, aiuta contro di mal di schiena, la cistite,  l’ansia e lo stress.
I piedi sono una struttura delicata, preziosa, fondamentale per una buona qualità della vita, che viene sottoposta a inevitabile sovraccarico quotidiano. Meritano quindi di essere trattati con cura.
L’esistenza di reazioni riflesse a un contatto è non solo oggetto di segnalazioni attendibili da parte di medici, ma esperienza banale molto comune. Un bel bagno caldo, un buon massaggio ai piedi sono sempre seguiti da una sensazione molto piacevole e rilassante.
La riflessologia plantare tende al miglioramento in tre ambiti principali: congestione, infiammazione e tensione. L’obiettivo è quello di eliminare gradualmente, durante le sedute, queste condizioni spesso interconnesse, riuscendo a ripristinare l’equilibrio del corpo.